Misteri di X e Y

(parzialmente basato su Top 10 Pokémon X & Y Mysteries di TamashiiHiroka e su 9 unsolved mysteries of Pokemon X and Y)

Questa è una raccolta di fatti curiosi presenti in Pokémon X e Y. Il post potrebbe contenere spoiler della storia.

Nella Piazza Gialla di Luminopoli due donne stanno discutendo del Pokémon Cratere, ovvero di Heatran. Cosa c’entra il leggendario di Sinnoh con X e Y? Una parziale risposta potrebbe venire dall’audioguida del museo cittadino, che ci informa del fatto che la Centrale di Kalos è alimentata dal calore. Forse esiste una zona ancora inesplorata della regione in cui è possibile trovare il Pokémon Fuoco/Acciaio?

Sempre a Luminopoli, alcuni giocatori riferiscono di aver avvistato un fantasma. L’entità compare al secondo piano di uno degli edifici posti nel Corso Alto. Le ipotesi su questo bizzarro personaggio sono le più disparate: c’è chi sostiene sia lo stesso spirito incontrato ad Unima nel Ponte Meraviglie (e successivamente nella Casa Bizzarra), mentre altri ritengono si tratti della ragazza che si trova al quarto piano nel Grand Hotel Fiordiquattrini. La sua richiesta è infatti quella di tacere, altrimenti non riesce ad udire l’ascensore!

Fantasma o no, gli hotel di Kalos sono comunque luoghi molto particolari. In uno di questi, un Giramondo ci consegnerà uno Strano ninnolo raffigurante un Pokémon leggendario. L’oggetto non raffigura nessuna creatura nota e viene da una regione differente da quelle già visitate nel corso della serie. Da dove arriva? Qual è il suo significato?

Tornando a Luminopoli, non si hanno più notizie del principale dell’Edizioni Luminopoli, che sembra essersi recato sulle montagne della regione in cerca di un Pokémon leggendario. Gli unici luoghi di Kalos che corrispondono alla descrizione potrebbero essere la Grotta Ignota (Mewtwo), l’Antro Talassico (Articuno, Zapdos o Moltres) e la Grotta Climax (Zygarde). Solamente in quest’ultimo sono presenti degli allenatori. Che uno di questi sia il personaggio misterioso?

Di personaggi strani, Kalos sembra essere piena. Su una panchina del Ponte Mosaico si può trovare un messaggio inviato dal Professor Platan… al futuro se stesso! È forse un caso che sarà possibile affrontare il ricercatore nella stessa cittadina?

Fluxopoli è invece presente una particolare meridiana collegata con le megaevoluzioni. Vari misteri ruotano attorno l’ombra dell’oggetto (non visibile nel gioco) e la sua somiglianza con Diancie (che a sua volta ricorda Carbink). Sono tuttavia disponibili poche informazioni per avanzare ipotesi credibili.

Spostandosi nel Laboratorio Fossili di Petroglifari è possibile analizzare cinque meteoriti. Nei videogiochi precedenti i meteoriti servono a cambiare le forme di Deoxys. Solamente che il Pokémon leggendario ne ha solo quattro! Che sia previsto qualcosa di nuovo per il Pokémon DNA? Attendiamo l’arrivo della Banca Pokémon per chiarirci il significato di quelle pietre.

In chiusura, nella Reggia Aurea, ispirata alla Reggia di Versailles, sorgono imponenti le statue di Zekrom e Reshiram. I suoi giardini, visti dall’alto, ricordano Solrock e due Pokémon di tipo FuocoChandelure e Pyroar. E il quarto? Quello in cui bisogna inseguire Furfrou? È ispirato ad un Pokémon ancora sconosciuto o la sua forma è volutamente molto più semplice (con delle figure che ricordano ossi) per facilitare la cattura del Pokémon?

Questi misteri potrebbero essere easter egg o indizi che verranno approfonditi nei titoli successivi (qualcuno ha detto Pokémon Z?).

Annunci

Le origini dei leaks

Come ampiamente previsto, essendo già in giro copie di Pokémon X e Y sono iniziati a piovere screenshot relativi ai due titoli. Sfruttando i social network come Instagram, Twitter o Facebook le immagini si propagano e, nonostante le richieste di Nintendo di far sparire le informazioni vere (che spesso si confondono tra la marea di fake diffusi nelle ultime ore), si crea un vero e proprio effetto Streisand che permette di far circolare le notizie accennate in questo post.

Partiamo dal fatto che Charizard adesso ha due megaevoluzioni, come Mewtwo. La nuova megaevoluzione è Fuoco/Drago, andando a colmare una mancanza, già evidenziata in un post precedente. Resta da domandarsi se Venusaur, Blastoise o addirittura Blaziken, beneficeranno dello stesso bonus o la presenza di due differenti forme evolutive sarà ristretta ai soli Pokémon considerati i più apprezzati dai videogiocatori. Colgo inoltre l’occasione per ricordare che è stato più volte ribadito che le megaevoluzioni sono riservate alle generazioni precedenti (finora fino alla quarta), probabilmente per aumentare l’appeal dei Pokémon più datati.

Sulle informazioni svelate, si segnala l’esistenza di un gradino intermedio tra FletchlingTalonflame (chiamata Fletchinder), una forma alternativa per Vivillon e l’esistenza di Espurr. Dalle edicole giapponesi arrivano le presunte evoluzioni di Swirlix (Peroriimu) e Spritzee (Furefuran), di tipo Folletto.

Le pressioni da parte di Nintendo potrebbero spingere i fortunati possessori di una copia a desistere da postare informazioni attendibili, mentre potrebbe incentivare mitomani a postare materiale con grafica sempre più simile all’originale (ricordiamoci che, per la prima volta, non esiste più la barriera linguistica del giapponese da affrontare per realizzare immagini fasulle credibili). Molti siti, temendo quanto accaduto per il Pokédex di Unima, non aggiorneranno le informazioni relative alle nuove creature (sebbene potremmo conoscere dettagli come il numero totale di Pokémon o altre curiosità relative alla regione di Kalos) fino a quando non metteranno le mani sulla loro copia, effettuando una recensione completa e puntuale, come già avvenuto in passato.

Un battito di ali

In origine gli unici pipistrelli nel mondo dei Pokémon erano Zubat e Golbat. Rintanati nelle buie grotte della regione di Kanto, i chirotteri (questo è il nome scientifico dei topi volanti) stordivano a colpi di Stridio e Supersuono e si attaccavano come una Sanguisuga al Pokémon dell’allenatore che, ignaro del pericolo, attraversava i cunicoli rocciosi.

Nella seconda generazione la famiglia si è allargata. Oltre ad accogliere Crobat come nuovo membro, è stato introdotto il simpatico Gligar. Nonostante entrambi i Pokémon svolazzino nei cieli di Johto, il secondo, che è più simile ad uno scorpione che ad un pipistrello, resiste agli attacchi Elettro. Purtroppo è meno felice quando viene travolto dalla Grandine

Dopo una terza generazione senza chirotteri, nella quarta arriva l’evoluzione di Gligar, Gliscor, che si presenta più minaccioso dei suoi predecessori. Se Gligar poteva addirittura ispirare un supereroe con le sue fattezze, l’aspetto di Gliscor ricorda più quello di un terribile vampiro. Per fortuna un faccia a faccia con questo Pokémon si può avere solamente ad Unima!

E parlando di Unima non si possono non citare Woobat e Swoobat. Nonostante gli occhi ed il naso a forma di cuore, i due pipistrelli non si fanno molti scrupoli ad utilizzare i loro attacchi Psico se qualcuno li desta dal loro sonno. A proposito, sapevate che i chirotteri dormono a testa in giù per evitare di far gravare il loro peso sulle esili zampe? Essendo abituati a volare non hanno certo bisogno di ossa robuste in grado di sorreggerli da fermi.

Il successo dei pipistrelli ha spinto i creatori di Pokémon X e Y ad inserire un nuovo animale della stessa famiglia: Noivern. Sebbene non sia chiaro se sarà un Pokémon singolo (come nel caso di Gligar) o un membro di una famiglia composta da due o più Pokémon, possiamo già evidenziare la sua inedita combinazione Volante/Drago (Dragonite, Altaria, Salamence e Rayquaza hanno Drago come primo tipo).

Come suggerisce il nome, Noivern è basato su una viverna, creatura mitologica simile ai draghi. Nonostante le nobili origini, temerà anche lui il tipo Folletto. I suoi piccoli occhi e le grandi orecchie, in prima battuta assimilabili ad organi per la vista, ci ricordano che i pipistrelli non sono ciechi, ma utilizzano un sonar. I grossi chirotteri non sono neppure miopi, difetto che invece è riscontrabile negli esemplari più ridotti.

C’è da ricordarsi che in occidente il pipistrello ha un significato negativo ed è spesso associato a Dracula o altre creature malvagie. In altre parti del mondo ha invece una valenza positiva: in Cina è simbolo di longevità e buona fortuna, mentre nell’isola di Tonga è addirittura un animale sacro.

Mitologia norrena

(basato sul post Norse Mythology & The X & Y Legendaries di Dan. si ringrazia Bifrost per le informazioni.)

Mitologia norrena?

Secondo la cosmologia della mitologia norrena esiste un albero cosmico che sorregge nove mondi, il frassino Yggdrasill. L’albero posa su tre radici, una delle quali ospita Miðgarðr, il regno degli esseri umani. Nel lato opposto si trova l’Ásgarðr, mondo degli Æsir, divinità del cielo. Tra le radici del Yggdrasill si annida Níðhöggr, un mostruoso serpente. Altri animali che dimorano sul frassino sono il falco Veðrfǫlnir, che vive tra gli occhi di un aquila appollaiata in cima all’albero, e quattro cervi (Dáinn, Dvalinn, Duneyrr e Duraþrór) che brucano le foglie del Yggdrasill.

E cosa c’entra tutto questo con i Pokémon?

Tra gli appassionati di Pokémon si è diffusa l’opinione che i leggendari di Pokémon X e Y, Xerneas e Yveltal, sono basati sulla mitologia norrena. Xerneas rappresenta i quattro cervi. Non a caso nel trailer Xerneas si trova davanti un enorme albero. Potrebbe essere il frassino Yggdrasill? Yvetal rappresenta invece l’aquila che vola in alto tra i cieli.

Pokémon dell’Europa settentrionale?

Nelle generazioni precedenti varie località del mondo dei Pokémon sono basate su diverse aree geografiche terrestri: Kanto e Johto sono basate su regioni del Giappone, mentre Unima rispecchia l’America. Altre città, come Alamos, Altomare e LaRousse, sono ispirate a Barcellona, Venezia e Vancouver.

Nel trailer citato sopra, Pikachu si trova nelle vicinanze di un edificio che ricorda la Torre Eiffel e il suo fulmine parte da una regione che ricorda l’Europa e si diffonde in tutte le parti del globo (è possibile riconoscere chiaramente l’Africa e la penisola arabica). La mitologia nordica fa parte del folclore europeo e le sue radici affondano nella Scandinavia.

Sebbene non siano ancora stati rivelati altri Pokémon leggendari oltre a Yveltal e Xerneas (e la nuova forma di Mewtwo), è possibile speculare sulla mitologia scandinava su altri potenziali Pokémon che potremmo vedere in X e Y.

Serpente

Iniziamo dal più logico. Abbiamo già menzionato che un serpente, Níðhöggr. Il Pokémon condivide molte caratteristiche con il Pokémon Giratina. È confinato tra le radici del Yggdrasil, nelle vicinanze del regno di Hel, figlia di Loki e regina dei morti. Poiché vive attorniato dai serpenti, non si esclude che possa essere creata una località apposita dove catturare il Pokémon leggendario.

Lupo

Fenrir è un lupo. Figlio di Loki, secondo la leggenda ucciderà ed ingoierà Odino, la divinità più importante del pantheon norreno, quando giungerà la fine del mondo. Il mostro ferocissimo troverà spazio in Pokémon X e Y? È un Pokémon troppo violento per una serie di videogiochi per bambini? La sua storia potrà essere raccontata in un modo meno brutale?

Scoiattolo

Altro animale che popola il frassino Yggdrasil è lo scoiattolo Ratatoskr. Corre da una punta all’altra dell’albero cosmico per trasportare messaggi tra l’aquila e Niohoggr. Ovviamente le due entità non fanno altro che scambiarsi insulti. L’ambasciatore trae il suo nome (letteralmente dente che perfora) dal suo hobby di rosicchiare il tronco di Yggdrasil. Potrebbe avere una storia interessante da raccontare ed essere oggetto delle mire dell’organizzazione criminale della regione.

Coppia di corvi

Huginn e Muninn sono una coppia di corvi che informano Odino di tutto quello che avviene nel mondo. Come Ratatoskr hanno il compito di trasportare messaggi. Poiché rappresentano il pensiero e la memoria di Odino, possono essere legati alle vicende di Fenrir.

Giganti

I giganti sono creature leggendarie presenti nei racconti mitologici di ogni parte del mondo. Anche nella mitologia norrena ci sono gli Jötnar (al singolare Jötunn). Si dividono in due tipi, giganti di brina e giganti di fuoco. Che possano dar vita a giganti di tipo Ghiaccio e di tipo Fuoco?

Uno dei giganti più importanti è Ymir, il cui corpo ha dato origine all’interno mondo degli uomini. Poiché è stato ucciso da Odino, la sua storia può essere legata alle vicende narrate in precedenza.