Linee guida del mondo dei Pokémon

Recentemente sono state diffuse alcune pagine di un manuale, risalente al periodo di Pokémon Nero e Bianco, in cui sono presenti alcuni dettami da seguire nei prodotti Pokémon (in un angolo si può leggere “Pokémon Product Approval Manual” che suggerirebbe una revisione continua da parte di The Pokémon Company su materiale quali giochi, anime, film e gioco di carte).

Fin dall’inizio si evidenza che, nonostante il franchise sia unico e alcuni elementi siano mantenuti attraverso tutti i media, ogni universo ha le sue caratteristiche e bisogna prestare attenzione a non mescolare elementi reali con il mondo dei Pokémon. Confermando le parole di Masuda, il mondo dove sono ambientate le vicende somiglia alla Terra (essendo composto da terre, aria e distese d’acqua) ma non è il nostro pianeta.

Nel pianeta dei Pokémon non sono presenti animali come noi li conosciamo: sono presenti solamente Pokémon che sostituiscono gli esseri viventi presenti nel mondo reale. Sebbene possano essere scambiati o immagazzinati, non devono essere considerati semplicemente “dati”. Queste misteriose creature non possono inoltre essere chiamate “mostri” o “animali”. Il manuale fa inoltre riferimento che, nonostante i Pokémon siano sessuati (e dalla quarta generazione alcuni presentano evidenti differenze fisiche in base al genere), bisogna sempre usare il pronome neutro per riferirsi ad essi.

Oltre a ricordare semplici regole (le Master Ball sono strumenti rari; gli allenatori devono avere almeno 10 anni e al più sei Pokémon; i Pokémon apprendono massimo quattro mosse) il testo ricorda che “un Pokémon non può dare ordini ad un altro Pokémon” poiché solamente gli uomini, siano essi allenatori, coordinatori o allevatori, possono controllare le creature. Sebbene possano ricevere ordini vocali, i Pokémon non usano il linguaggio umano, ma si limitano a ripetere il loro nome. Le poche eccezioni ammesse esclusivamente nell’anime sono Meowth e i casi speciali di telepatia (ad esempio Jirachi o Lucario).

Temi più spinosi sono le relazioni tra Pokémon, la loro morte e la catena alimentare. Salvo rari episodi (come i fratelli Pichu o Latios e Latias) si tende ad escludere l’esistenza di legami parentali tra i Pokémon, omettendo qualunque riferimento alla procreazione o lasciando ambiguità (come nel caso del Pokémon Genitore Kangaskhan). Anche nel rappresentare il consumo di cibo da parte di umani e Pokémon viene accuratamente eliminato qualunque riferimento ad alimenti animali quali carne o uova, preferendo utilizzare  polpette di riso (onigiri) o sandwich. Per quanto riguarda il tema della morte, i Pokémon non vengono mai uccisi, solamente “sconfitti”. Sebbene possano perdere i sensi, non bisogna mai menzionare esplicitamente il loro svenimento (fainting in inglese). Sono presenti cimiteri di Pokémon, ma non viene mai fatto riferimento al modo in cui sono deceduti i Pokémon ed inoltre nell’anime non vengono rappresentate le tombe.

Per concludere, alcune piccole curiosità sul logo: è composto dai colori Pantone PMS 116 (giallo) e PMS 280 (blu), può essere circondato da un alone bianco per farlo risaltare dallo sfondo e non deve essere coperto da altri elementi (Pokémon inclusi).

Annunci

Errori e curiosità in Pokémon: Le origini (File 1: Rosso)

È disponibile il primo episodio italiano di Pokémon: Le origini. In Giappone è stato interamente trasmesso il 2 ottobre, dieci giorni prima del lancio di Pokémon X & Y. Il motivo è molto semplice, poiché l’obiettivo era quello di SPOILER svelare Mega Charizard X.

Premetto con l’appunto che nella versione giapponese i protagonisti sono Red e Green. Nella versione italiana sono diventati Rosso e Blu, rendendo illogici alcuni dettagli (come il vestito verde di Blu e la battuta originale di Oak sul fatto che Green scelga il Pokémon di tipo Erba, mentre invece opta per Squirtle).

Qui sotto un elenco di errori o curiosità che ho notato durante la visione:

  • Nidorino utilizza la mossa Velenaculeo. In realtà il nome dell’attacco è Velenospina, mentre Velenaculeo è uno strumento introdotto nella seconda generazione.
  • Il Nidoran♂ di Rosso usa Doppiocalcio contro Geodude. In Rosso e Blu tuttavia il Pokémon può apprendere tale mossa al proibitivo livello 43. Considerando l’inesperienza dell’allenatore, il livello di Nidoran deve essere decisamente inferiore. L’attacco Doppiocalcio tuttavia può essere appreso a partire da Pokémon Giallo al livello 12 (poi ridotto a 9 in Diamante e Perla). Tale livello sembra essere in linea con gli altri Pokémon di Rosso e i rispettivi attacchi (ad esempio Metapod evolve a livello 10).
  • L’Onix di Brock usa Pazienza. L’attacco è il fiore all’occhiello del Pokémon nelle prime due generazioni, tuttavia l’Macchina Tecnica 34 è una ricompensa esclusiva della prima generazione.
  • Alla fine dell’episodio Rosso salva con un Pokédex composto da 10 Pokémon. 7 li conosciamo: Charmander, Rattata, Spearow, Metapod (come evoluzione di Caterpie), Pidgey e Nidoran. E gli altri tre? Probabilmente li ha catturati dopo aver sconfitto Brock. Perché al Centro Pokémon l’infermiera consegna sei Poké Ball e Oak gli ricorda che il settimo Pokémon viene automaticamente inviato al computer.
  • Alla luce del ragionamento precedente, è singolare il fatto che non sia stato mostrato il Pidgey di Rosso durante l’incontro con Brock!
  • Come nota di colore è importante evidenziare che sia Rosso che Brock indossano gli abiti che ricordano i videogiochi più recenti.
  • Altro dettaglio meno noto: nella versione originale, quando Oak chiede di trovare un soprannome allo starter, Rosso è inizialmente deciso per “Sepultura“, ma cambia rapidamente idea. Il nome “セパルトラ” compare nel retro della confezione giapponese della versione Rossa. Il soprannome viene menzionato anche nella versione inglese di Pokémon X e Y. Per qualche oscura ragione nelle versioni tedesca e spagnola, il nome viene sostituito con “Ash Ketchum” o “Misty”, due personaggi dell’anime.

La grafica di X e Y

(basato su XY UI nitpicks di Alex Munroe)

Nonostante la Game Freak abbia prodotto oltre venti titoli della serie Pokémon per console portatili, l’interfaccia utente di Pokémon X e Y presenta numerose stranezze che Alex, gestore del sito veekun, ha voluto raccogliere in un post sul suo blog. I problemi principali che ha riscontrato sono i seguenti:

  • Durante una lotta non è possibile consultare velocemente la descrizione di una mossa. Come nelle versioni precedenti, è stato attivato il tasto L per visualizzare i dettagli degli attacchi. Tale funzionalità non sembra essere menzionata né durante il gioco, né nel libretto d’istruzioni (nella speranza che qualcuno lo consulti :D). Tuttavia questa caratteristica non è compatibile con l’opzione L=A. Non potevano quindi essere utilizzati i pulsanti X e Y?
  • Sempre legato all’uso del tasto A: in molti RPG il bottone per proseguire nel dialogo è identico a quello utilizzato per confermare le possibili scelte offerte dal NPC. Considerando i tasti inutilizzati, si poteva sperimentare una soluzione differente.
  • Al momento di rimuovere una mossa, non è possibile consultare le statistiche del Pokémon per valutarne l’Attacco o l’Attacco Speciale. Esistono inoltre due diverse interfacce per la cancellazione di una mossa. La logica dietro l’apprendimento di un nuovo attacco continua ad essere errata: dopo aver domandato se si ha interesse ad aggiungere la nuova mossa, viene chiesto quale attacco rimuovere. Se si cambia idea, tornando indietro verrà nuovamente proposto se si ha interesse ad inserire l’attacco, nonostante si stata appena annullata l’operazione!
  • Come in Bianco e Nero lo zaino presenta cinque tasche, tuttavia il contenuto sembra essere molto sbilanciato:
    • Gli strumenti base sono una ventina
    • Gli strumenti curativi sono meno di cinquanta
    • Le bacche non sono più di sessanta
    • Le MT e MN sono un centinaio
    • L’ultima tasca si trova invece a contenere oltre 200 oggetti tra cui:
      • Una quindicina di diverse Poké Ball
      • 18 Lastre per Arceus
      • Vari tipi di fossili
      • Una enorme quantità di strumenti (oggetti evolutivi, incensi, bijou e quant’altro)
  • Il Pokédex non è immediatamente consultabile mentre si sta osservando un proprio Pokémon. È necessario cercarlo o ricordarsi il numero per trovare informazioni utili quali il peso. Oltre ad essere sparita la comodissima Lista Zone, non sono presenti informazioni sulle mosse o le abilità dei Pokémon (probabilmente questa mancanza serve ad incentivare le vendite della guida o dell’app).

Nuovi rumor su Pokémon X e Y

Water Pokémon Master pubblica altri rumor su Pokémon X e Y. Come le informazioni precedenti, queste rivelazioni vanno prese con le pinze fino a conferma ufficiale.

  • Nuovi Pokémon: Trusk è un cinghiale di tipo Erba/RocciaQuillom è un porcospino Normale/Veleno che si potrà incontrare nei primi luoghi accessibili della regione di Kalos.
  • Nuove evoluzioni: l’evoluzione finale di Froakie è Acqua/LottaBunnelby si evolve in un Pokémon Terra/Buio. Helioptile ha una evoluzione, la pre-evoluzione di Meowstic si chiama Espurr.
  • Tipo Folletto: ClefairyChansey, Togepi e Dunsparce acquisteranno il nuovo tipo.
  • Pokémon senza nome: saranno presenti un ragno di tipo Spettro, probabilmente chiamato Apparachnid, e un tasso di tipo Terra.
  • Nuove mosse: Thunder Roll sarà una mossa Elettro, Fairy Dust causa paralisi, sonno, avvelenamento o scottatura.
  • Super Allenamento Virtuale: oltre a Magneton sarà presente Wailmer.
  • 3D: La sequenza iniziale sarà tridimensionale. Nel menu principale sarà possibile ruotare Xerneas o Yveltal.

Pokémon sulle nuvole

La grande notizia del Pokémon Direct di oggi è la Banca Pokémon, considerata l’erede di Pokémon Box: Rubino e Zaffiro e di My Pokémon Ranch, due prodotti considerati di nicchia da gran parte dei fan.

Da un lato la Nintendo vuole far risparmiare le famiglie, lanciando il Nintendo 2DS in contemporanea con Pokémon X e Y, dall’altro i giocatori della serie dovranno pagare un canone annuale per poter inserire i Pokémon nel cloud. È inoltre negata la possibilità di inserire Pokémon “illegittimi” nel sistema, importandoli da Nero, Bianco, Nero 2 e Bianco 2. È ancora presto per parlare di “tassa Pokémon”, ma potrebbe essere interpretato come un modo per evitare di inserire in futuro Downloadable Content a pagamento.

La seconda notizia, non meno importante, è che il Professor Platan consegnerà uno degli starter di Kanto, come già previsto in passato dalla fonte di PokéBeach. E tali starter avranno altrettante megaevoluzioni. Si era già parlato di Charizard nell’ambito delle megaevoluzioni. Oltre ad essere inserito nella lista compilata da AAPF, il Pokémon Fuoco/Volante (che NON diventerà Fuoco/Drago) compariva in uno degli screenshot mostrati su queste pagine. Nell’immagine è possibile notare la presenza di Venusaur e dei tre Pokémon elargiti dallo studioso della regione di Kalos.

A margine è stato pure intravisto un nuovo Pokémon quasi interamente ricoperto di bianco che va ad ingrossare le fila della sesta generazione. Un nuovo “caso Orotto” o qualcuno dei Pokémon svelati da Pokéxperto? Una cosa è sicura: manca solamente poco più di un mese a lancio di due dei più controversi giochi della saga.

Uno scoop per l’estate

L’11 agosto è previsto un episodio di Pokémon Smash! dedicato a Pokémon X e Y. Che sia l’occasione di svelare qualcuno dei Pokémon annunciati da Pokéxperto?

Prima della trasmissione potrebbero comunque arrivare informazioni dalle pagine di CoroCoro che ha già annunciato uno scoop del secolo. Le voci al momento più accreditare, ma chiaramente da prendere con le pinze, come già avvenuto con tutto il materiale rivelato in passato, sono le seguenti:

  • Ci saranno altri due Pokémon basati sul cibo. Dopo Swirlix, allo zucchero filato si aggiungeranno un sacchetto di patatine e un Makizushi (una varietà di sushi). Può sembrare strano che nella patria del gourmet, si decida di creare Pokémon ispirati a cibi da giostra, junk food e cucina giapponese.
  • L’altro rumor è ancora più succoso: oltre a Sylveon, è prevista l’introduzione di una nuova evoluzione di Eevee. Ipotesi interessante, ma molto improbabile: oltre a non aver fatto capolino nel corto dedicato alle Eeveeluzioni, c’è da evidenziare che il Pokémon Folletto serviva ad introdurre un nuovo tipo.

Rimaniamo in attesa di novità.

Masuda e la Francia

Nella giornata di ieri, durante il Japan Expo, un evento dedicato alla cultura nipponica che si tiene a Parigi dal 2002 e attrae oltre 200 mila persone, è stato proiettato un video di Junichi Masuda dedicato a Pokémon X e Y.

Nel videomessaggio Masuda, che indossa una delle magliette “My First Partner” prodotte da The King of Games, su un fondale giallo (come il Pikachu a cui è dedicata la t-shirt), racconta in giapponese (sottotitolato in francese e, successivamente, in inglese) alcuni dettagli relativi ai giochi di imminente uscita.

Dopo essersi presentato, conferma che la regione di Kalos è ispirata alla Francia. La Francia è una nazione molto visitata, paese famoso per la moda e la buona cucina. Poiché il leitmotiv di Pokémon X e Y è la bellezza, anche la scelta del nome deriva dalla parola greca che indica tale concetto. Masuda racconta di aver visitato tre volte la terra dei Lumi: la prima volta, nel 2000, in occasione della proiezione di Mewtwo colpisce ancora, la seconda dieci anni più tardi, terminata l’opera di Pokémon Nero e Bianco. Convinto della bontà del progetto nel 2011 ha condotto una ricerca più approfondita, accompagnato da parte del suo staff e dal team francese di localizzazione.

Oltre a Parigi, che serve da spunto per la città più importante di Kalos, Luminopoli, altre località sono state esplorate da Masuda e potrebbero aver influenzato il design di alcuni luoghi della regione: Lione, Reims, Avignone, Arles, Marsiglia, Nizza, Eza, Mont Saint-Michel, la Reggia di Versailles e i castelli della Loira.

Uno dei punti più suggestivi di Kalos sarà probabilmente il complesso megalitico che, nella mappa di Kalos, è situato a sud del castello posto su un’isoletta (probabilmente ispirato all’abbazia di Mont Saint-Michel). Sebbene nell’immaginario comune il sito archeologico più noto è quello di Stonehenge, gli allineamenti di Carnac ci sono composti da migliaia di dolmen e menhir. Roba da far impallidire anche Obelix.

E sempre legata alla storia francese è l’introduzione di un nuovo Pokémon, oltre ai venti già svelatiHonedge (che per un’intera giornata è stato appellato con il nome francofono di Monorpale) è una spada antica posseduta da un fantasma. Non può quindi che essere chiaramente un Pokémon Acciaio/Spettro che impara Danzaspada!

Non volendo svelare ulteriori dettagli, Masuda si dedica infine a parlare di Poké io&te. Mancano solo tre mesi al lancio dei giochi e ad agosto avremo una demo. Chissà quali altre informazioni verranno svelate prima dell’uscita.