Il Pokémon misterioso Diancie e due parole di Masuda

Le recenti informazioni relative al Pokémon Gemma Diancie, svelato da @smealum, confermano l’ipotesi, circolata in passato, di una correlazione tra il Pokémon leggendario e Carbink. Entrambe le creature potrebbero essere legate alla meridiana di Fluxopoli e quindi alle megaevoluzioni.

Sulle megaevoluzioni riporto quanto affermato di recente da Junichi Masuda nel numero di febbraio di Game Informer. Precedenti interviste sono state già analizzare in questo blog. Masuda insiste sulla mancata possibilità da parte delle megaevoluzioni di usare gli strumenti e non vede l’ora di assistere ai futuri tornei in cui si sfideranno giocatori molto abili in presenza di tale limitazione.

Probabilmente questi esperimenti aiuteranno la Game Freak a stabilire la direzione da intraprendere per la settima generazione dato che, come afferma Masuda, i titoli della sesta sono stati pianificati subito dopo il lancio di Nero e Bianco. Che abbiano già in mente Plus e Minus?

Oltre a ritornare sull’ambientazione francese di Pokémon X e Y, Masuda fornisce qualche dettaglio sulla creazione di determinati personaggi (come Elisio e AZ) e Pokémon. Ad esempio Klefki è stato ideato da Mana Ibe, già disegnatrice di alcuni Pokémon della quinta generazione tra cui Victini e Stunfisk. Piccola curiosità: lo starter preferito da Masuda è Fennekin.

Masuda smentisce inoltre la presenza di DLC, confermando che Banca Pokémon sarà l’unico contenuto a pagamento. Alla domanda relativa ai remake di Rubino e Zaffiro, non si sbilancia ma commenta che tutti i riferimenti alla regione di Hoenn servono solamente a creare un collegamento tra i titoli ambientati a Kalos ed il resto del mondo dei Pokémon.

Cattura un folletto, te ne regaliamo due!

(post basato su “Fairy Retcon: What Lies Ahead?” di Kriffix e su “PokéMart — Buy 1 Get 1 (or 2) FREE!” di Dan)

In assenza di notizie succose (con rumor che si sgonfiano) ed in attesa di scoop del secolo, circolano le voci sul tipo Folletto e sulle evoluzioni dei Pokémon già svelati.

Oltre a Pokémon esclusivamente appartenenti al tipo che metterà alla dura prova i Draghi (XerneasSylveon, FlabébéSwirlixSpritzee), sarà interessante analizzare il potenziale delle nuove combinazioni come Acqua/Folletto di Marill. Assumendo che le voci si rivelino esatte, il Pokémon Acquatopo rimane inutile contro il Fuoco, ma può affilare le sue nuove armi contro Pangoro (essendo Lotta/Buio dovrebbe temerne la furia).

Chissà quanti Pokémon di tipo Normale (oltre a Jigglypuff, nell’elenco finiscono ClefairySnubbullSkitty, Lopunny e una intera categoria di Pokémon rosa: Lickitung, ChanseyMiltank, Audino, Munna) potrebbero affrontare a testa alta i Pokémon di Lotta. Pokémon Coleottero e d’Erba, come IllumiseBellossom, CherrimWhimsicottapprezzerebbero meno la debolezza al tipo Veleno derivante dall’introduzione del secondo tipo. Le speculazioni sono innumerevoli ed è difficile riassumere cosa potrebbe cambiare nelle strategie se si andassero a toccare Pokémon come MisdreavusMilotic.

Sempre per rimanere nell’ambito delle ipotesi, è anche opportuno riflettere sulle evoluzioni. Su Fletchling e Talonflame il dibattito è acceso: una sola evoluzione come Taillow (o, per andare più indietro nel tempo, come avviene con Spearow e Doduo) o due evoluzioni? E in quest’ultimo caso, se Talonflame è lo stadio finale, la sua pre-evoluzione mantiene il tipo Fuoco? Anche Litleo, che ricorda molto Shinx, potrebbe avere una catena evolutiva della stessa lunghezza o più simile a quella di Pokémon come Electrike, sebbene entrambi siano Pokémon Elettro.

Gogoat è finito al centro dei riflettori per il fatto che si possa cavalcare a Luminopoli. Adesso viene da chiedersi se, come Deerling e Sawsbuck, avrà delle forme legate alle quattro stagioni, una caratteristica introdotta solamente in NeroBianco e riproposta nei sequel. Sarà nuovamente presente a Kalos?

Tornando ai Pokémon Folletto, è difficile non pensare ad una evoluzione per Flabébé, Swirlix e Spritzee. In particolare, nell’ultimo caso è lecito pensare che il numero di evoluzioni sarà bilanciato, come avverrebbe nel caso di Clauncher e Skrelp. Circolano voci su possibili evoluzioni di entrambi, ma non si è ancora parlato di metodi evolutivi. Potrebbero essere considerati il Karrablast e lo Shelmet della sesta generazione?

In chiusura rimangono HelioptileNoivern. Il primo potrebbe acquisire il secondo tipo Terra al posto di Normale, mentre il secondo potrebbe avere una catena evolutiva corta come quella Druddigon o acquisire parenti come altri Pokémon pipistrello.

Pokémon X e Y e Nintendo 3DS

(basato su Daely Snack: XY & 3DS di Daedardus)

L’11 giugno, in occasione dell’Electronic Entertainment Expo (E3), Tsunekazu Ishihara e Junichi Masuda saranno presenti ad una tavola rotonda relativa a Pokémon X e Y. In attesa dell’evento e del Nintendo Direct, previsto per lo stesso giorno, è possibile fare delle supposizioni riguardanti l’uso delle funzionalità del Nintendo 3DS nei titoli della sesta generazione.

I prossimi videogiochi saranno i primi titoli della serie Pokémon ad approdare sulla nuova console Nintendo. Sul suo predecessore, il Nintendo DS, sono stati pubblicati ben 9 RPG (Diamante, Perla, Platino, HeartGold, SoulSilver, Nera, Bianca, Nera 2 e Bianca 2). Gli ultimi due hanno venduto oltre 7 milioni di copie, una somma modesta confrontata ai 15 milioni di Nero e Bianco e addirittura i 18 milioni di Diamante e Perla. Alla luce di questi dati, è una scelta ragionevole presentare una nuova generazione, con nuovi Pokémon e nuove caratteristiche (forse addirittura un nuovo tipo) su una nuova console.

Circle Pad

Fin dalla prima generazione, il personaggio è costretto a muoversi in un mondo a griglia, potendosi spostare solamente nelle quattro direzioni: su, giù, destra e sinistra. Questo vincolo era dettato dal D-pad. Sviluppata nel 1982 da Gunpei Yokoi, la croce direzionale ha accompagnato la Nintendo (e i videogiochi dei Pokémon) per trent’anni. Il Circle Pad permette di effettuare movimenti a 360 gradi. La Game Freak trae vantaggio dalla innovazione tecnologica per ottenere finalmente una separazione netta tra l’erba alta e gli allenatori di Pokémon.

Effetto 3D

Fino ad oggi non è stato posto l’accento sull’effetto tridimensionale dei nuovi videogiochi. Sebbene la tridimensionalità sia un aspetto importante dal punto di vista commerciale, quasi tutto il materiale promozionale (ovviamente escludendo le demo) è rivolto ad un pubblico che non può apprezzare tale funzionalità. Sarà interessante analizzare l’utilizzo del 3D da parte degli sviluppatori una volta che sarà disponibile qualcosa di più concreto che semplici screenshot o trailer.

Pokémon Stadium?

I nostalgici di Pokémon Stadium per Nintendo 64 saranno finalmente soddisfatti dei modelli tridimensionali impiegati nel corso degli incontri. La potenza del Nintendo 3DS permette di superare i limiti presenti sul DS e le console precedenti che costringevano gli sviluppatori a creare spin-off su console da tavolo. Tuttavia gli sprite dei Pokémon non saranno completamente messi da parte: già nei primi screenshot relativi al Pokédex di Kalos è possibile notare il ritorno delle icone del menu.

Giroscopio

I minigiochi potrebbero presentare l’utilizzo del giroscopio. Competizioni come il Pokéathlon o l’equivalente del Mixer Bacche potrebbero usufruire di questa funzionalità. Circolano già rumor riguardanti un Pokémon in grado di evolversi sfruttando questo dispositivo.

Downloadable Content

La Nintendo è fortemente convinta che un gioco messo in commercio dovrebbe essere completo anche se privo di DLC. Gli sviluppatori dei Pokémon hanno avuto modo di studiare questa funzionalità sia in Nero 2 e Bianco 2 che nell’ultimo titolo della serie Pokémon Mystery Dungeon. Da un lato sono stati inseriti gratuitamente nuovi sfidanti, dall’altro è stato necessario mettere mano al portafoglio per ampliare ulteriormente il parco dei labirinti.

Su X e Y potrebbero pensare di estendere la funzionalità ai Pokémon. In passato i Pokémon Evento venivano già programmati nel videogioco e potevano essere sbloccati senza attendere il beneplacito dell’azienda. Poiché adesso è possibile ampliare il gioco una volta messo in commercio, potrebbe essere necessario scaricare un aggiornamento per ottenere nuove forme, nuovi costumi e nuovi allenatori. La speranza è che il gioco resti godibile anche senza dover ricorrere al download di svariati kilobyte.

SpotPass e Streetpass

Lo SpotPass potrebbe essere utilizzato per catturare particolari Pokémon senza dover seguire costantemente i siti che ospitano notizie. Il led delle notifiche porterà l’informazione direttamente a casa anche del giocatore più disinteressato.

Analogamente lo StreetPass facilità la possibilità di effettuare incontri con gli allenatori nelle vicinanze, permettendo di scambiare velocemente gli strumenti. Sarà quasi certamente presente una sorta di vincolo per evitare di rendere troppo semplici le prime fasi di gioco.

Le prime immagini della regione di Kalos

(basato su questo post di Ze Colonel)

È oramai universalmente noto che la regione di Kalos, dove saranno ambientati i videogiochi Pokémon X e Y, è basata sulla Francia, come già suggerito dalla presenza di una struttura che ricorda la parigina Torre Eiffel, posta al centro di Luminopoli, città principale della nuova area del mondo dei Pokémon.

Kalos

La regione di Kalos (fonte)

La mappa della regione (presente sul sito ufficiale a varie risoluzioni: la versione più dettagliata è 1920×1200 dal peso di circa due megabyte) e i primi screenshot permettono di analizzare alcuni dettagli di Kalos. Naturalmente le speculazioni effettuate a partire da queste immagini potrebbero non corrispondere con certezza a quanto sarà realmente presente nel gioco.

La prima immagine da analizzare è quella visibile più sotto. Raffigura la protagonista femminile del gioco ed un Avventuriero. Le aiuole triangolari hanno la stessa disposizione di un elemento visibile nella località più a sud della regione. Che sia la città di origine del protagonista? L’edificio con il tetto rosso potrebbe corrispondere alla casa del giocatore, mentre alle spalle potrebbe sorgere il laboratorio dove sarà possibile ricevere lo starter.

Forse la città di inizio

L’eroina e i fiori (fonte)

Altra località di interesse è la foresta, probabilmente la stessa mostrata nel primo trailer (0:58). Negli screenshot sono presenti un allenatore (forse un Bullo) che ripete una frase tipica delle prime fasi di gioco (“Quando gli sguardi di due Allenatori si incrociano… è l’inizio di una lotta!”) ed una Pupa con una squadra composta da un solo Pokémon.

Pupa Dalila

Pupa Dalila (fonte)

Altri screenshot mostrano i Percorsi 2 e 3. La numerazione dei cartelli pentagonali indica chiaramente che saranno visitati nelle fasi iniziali del gioco. In particolare dal Percorso 3 è visibile un edificio dal tetto verde. La città è probabilmente la stessa in cui l’eroe svolge le azioni di sedersi sulla panchina e sostare di fronte la fontana che ricorda Roselia.

Percorso 2

Percorso 2 (fonte)

Percorso 3

Percorso 3 (fonte)

Nel secondo trailer quando il protagonista si siede, oltre alla fontana, è visibile il simbolo di una palestra ed un edificio arancione, parzialmente visibile anche nell’immagine precedente. I tavoli e le sedie presenti nello screenshot della fontana combaciano con quelli mostrati nel video.

Fontana di Roselia

Fontana di Roselia (fonte)

In conclusione i primi luoghi visitati saranno probabilmente la città in basso, con la villa rossa e l’edificio blu dotato di un arco (probabilmente lo stesso visibile nelle immagini poste qui sotto), la foresta alle spalle, la città con i tetti verdi e la fontana ed in seguito Luminopoli. Come Austropoli in Nero e Bianco, è probabile che Luminopoli ospiti la seconda palestra di Kalos.

Eroe ed arco

Eroe ed arco (fonte)

Eroina ed arco

Eroina ed arco (fonte)