Errori e curiosità in Pokémon: Le origini (File 1: Rosso)

È disponibile il primo episodio italiano di Pokémon: Le origini. In Giappone è stato interamente trasmesso il 2 ottobre, dieci giorni prima del lancio di Pokémon X & Y. Il motivo è molto semplice, poiché l’obiettivo era quello di SPOILER svelare Mega Charizard X.

Premetto con l’appunto che nella versione giapponese i protagonisti sono Red e Green. Nella versione italiana sono diventati Rosso e Blu, rendendo illogici alcuni dettagli (come il vestito verde di Blu e la battuta originale di Oak sul fatto che Green scelga il Pokémon di tipo Erba, mentre invece opta per Squirtle).

Qui sotto un elenco di errori o curiosità che ho notato durante la visione:

  • Nidorino utilizza la mossa Velenaculeo. In realtà il nome dell’attacco è Velenospina, mentre Velenaculeo è uno strumento introdotto nella seconda generazione.
  • Il Nidoran♂ di Rosso usa Doppiocalcio contro Geodude. In Rosso e Blu tuttavia il Pokémon può apprendere tale mossa al proibitivo livello 43. Considerando l’inesperienza dell’allenatore, il livello di Nidoran deve essere decisamente inferiore. L’attacco Doppiocalcio tuttavia può essere appreso a partire da Pokémon Giallo al livello 12 (poi ridotto a 9 in Diamante e Perla). Tale livello sembra essere in linea con gli altri Pokémon di Rosso e i rispettivi attacchi (ad esempio Metapod evolve a livello 10).
  • L’Onix di Brock usa Pazienza. L’attacco è il fiore all’occhiello del Pokémon nelle prime due generazioni, tuttavia l’Macchina Tecnica 34 è una ricompensa esclusiva della prima generazione.
  • Alla fine dell’episodio Rosso salva con un Pokédex composto da 10 Pokémon. 7 li conosciamo: Charmander, Rattata, Spearow, Metapod (come evoluzione di Caterpie), Pidgey e Nidoran. E gli altri tre? Probabilmente li ha catturati dopo aver sconfitto Brock. Perché al Centro Pokémon l’infermiera consegna sei Poké Ball e Oak gli ricorda che il settimo Pokémon viene automaticamente inviato al computer.
  • Alla luce del ragionamento precedente, è singolare il fatto che non sia stato mostrato il Pidgey di Rosso durante l’incontro con Brock!
  • Come nota di colore è importante evidenziare che sia Rosso che Brock indossano gli abiti che ricordano i videogiochi più recenti.
  • Altro dettaglio meno noto: nella versione originale, quando Oak chiede di trovare un soprannome allo starter, Rosso è inizialmente deciso per “Sepultura“, ma cambia rapidamente idea. Il nome “セパルトラ” compare nel retro della confezione giapponese della versione Rossa. Il soprannome viene menzionato anche nella versione inglese di Pokémon X e Y. Per qualche oscura ragione nelle versioni tedesca e spagnola, il nome viene sostituito con “Ash Ketchum” o “Misty”, due personaggi dell’anime.
Annunci

Venonat e Butterfree

Molti boschi del mondo dei Pokémon (Bosco Smeraldo a Kanto, Bosco dei Lecci a Johto, Bosco Evopoli a Sinnoh e Bosco Disegnato nel Settipelago) sono abitati da due creature molto diffuse: Caterpie e Weedle.

Entrambi i Pokémon si evolvono in un Pokémon Bozzolo, rispettivamente in Metapod e Kakuna, ben noti per la mossa Rafforzatore. Le discrepanze si notano alla successiva evoluzione: Butterfree e Beedrill, Pokémon che popolano il Meandro Nascosto del Bosco Girandola, sono di tipo differente. Inoltre il primo è una farfalla, il secondo un’ape.

Sempre rimanendo nella prima generazione, un simpatico Pokémon coleottero popola le regioni citate sopra: Venonat. Con il suo corpo viola, i suoi grandi occhi fucsia, le lunghe antenne, i piccoli denti aguzzi e le zampette con tre dita sembra proprio stia per evolversi in Butterfree. Invece l’evoluzione di Venonat è un coleottero volante e velenoso, simile ad una falena, da cui prende il nome di Venomoth.

Proviamo a confrontare altre caratteristiche tra i Pokémon citati: Venonat ha le Abilità Insettocchi o Lentifumé, mentre Venomoth presenta Polvoscudo o Lentifumé. Butterfree può avere Insettocchi o Lentifumé (nel Meandro Nascosto). Proviamo a consultare il Pokédex: Butterfree “sbatte le ali a gran velocità per liberare le sue polveri tossiche nell’aria”. Polvere tossiche? Ma il Pokémon Farfalla non è di tipo Veleno!

E se invertissimo Venomoth con Butterfree, cosa accadrebbe nei rapporti con gli altri Pokémon citati? La controparte di Beedrill sarebbe un insetto velenoso, con caratteristiche simili a quelle del Pokémon Velenape. Osservando Caterpie e Metapod si nota inoltre che entrambi i Pokémon presentano protuberanze sulla testa (prese tutte e tre insieme assumono una forma simile alle corna di Venomoth). Entrambi possiedono un addome tripartito e occhi normali (non composti). Inoltre in un disegno ufficiale Caterpie possiede sei zampe, esattamente lo stesso numero di quelle di cui è dotato Venomoth.

Proviamo a pesare queste ipotesi. O proviamo a pesare i Pokémon. Nell’evoluzione da Metapod a Butterfree il Pokémon passa da 9,9 chili a 32 kg (rispettivamente 21,8 e 70,5 libbre), triplicando il suo peso. Nel passaggio tra Venonat e Venomoth il Pokémon di 30 kg (66,1 libbre) perde quasi due volte e mezzo il suo peso per ridursi a 12,5 chilogrammi (27,6 libbre). Se invertissimo le evoluzioni, entrambi i Pokémon guadagnerebbero circa due chili nell’evoluzione.