Di leggendari, megaevoluzioni e Vivillon

Un giovane programmatore francese, tale Jordan, meglio noto come smea (@smealum), avrebbe scoperto alcuni nuovi Pokémon presenti in Pokémon X e Y. Nell’elenco seguente i link sui nomi portano alle immagini:

Con le ultime due megaevoluzioni, possiamo rileggere l’elenco di AAPF sotto una nuova luce. Escludendo Latias e Latios, tutti i Pokémon avevano acquisito una Megapietra in X e Y, tranne questi due leggendari. Che lo strumento per i due Pokémon Eone sarà un DLC?

Jordan si dice dispiaciuto per aver fatto trapelare queste immagini e, a domanda precisa, risponde che ha trovato altri Pokémon e megaevoluzioni. Questo contraddice in parte l’informazione, riportata da alcune fonti, che il 722esimo Pokémon sarebbe un Uovo Peste.

Annunci

Masuda su Pokémon X e Y

Nintendo Life ha recentemente intervistato Junichi Masuda. Questa è la seconda intervista al fondatore di Game Freak riportata su questo blog.

Nell’intervista Masuda ammette che il suo Pokémon iniziale preferito è Fennekin. Masuda svela finalmente il significato di Pokémon X e Y: le lettere X e Y indicano gli assi cartesiani e costituiscono una metafora per rappresentare i diversi modi di pensare. Il messaggio che i creatori di Pokémon vogliono trasmettere è quindi che, sebbene le due rette divergano in direzioni opposte, formano comunque un piano comune.

Altro tema del gioco sarà quello della bellezza. Come già scritto in passato la regione di Kalos è basata sulla Francia. Ad esempio il Pokémon Furfrou è un chiaro riferimento alla razza canina tipica del paese.

Nonostante i pochi rumor trapelati (alcuni dei quali confermati solamente dopo alcuni mesi), Masuda fa notare che oltre 200 sviluppatori hanno lavorato ai due titoli. Considerando anche la localizzazione ed altre funzionalità, le persone coinvolte sono più di 500. Chissà quanto dureranno i titoli di coda!

Nonostante la felicità nell’aver sviluppato Poké io&te in modo tale da condizionare il gameplay, Masuda si rammarica che in Pokémon X e Y mancherà una funzionalità da lui fortemente desiderata. Il suo sogno era quello di introdurre un congegno in grado di tradurre i versi dei Pokémon in modo tale che il giocatore potesse comprendere i pensieri del proprio Pokémon. Chissà se vedremo questa apparecchiatura nei videogiochi futuri.

Masuda torna a parlare dei limiti fisici relativi ai Pokémon. Nonostante siano frutto di immaginazione, durante la creazione di un Pokémon sorgono spontanee le domande “cosa mangia?”, “respira?” o “ha bisogno di una bocca?”. In base alle risposte vengono definiti alcuni aspetti relativi al Pokémon.

Due delle fatiche più grosse per Masuda sono state l’introduzione del tipo Folletto e delle Megaevoluzioni. Nel primo caso è stato necessario equilibrare il nuovo tipo, controllando ogni singolo Pokémon e dotandolo di mosse che non rendessero sbilanciato il gioco. Sono stati addirittura organizzati tornei fra gli sviluppatori per verificare che tutto filasse alla perfezione!

Le megaevoluzioni sono un modo per riscoprire Pokémon delle generazioni precedenti come Bulbasaur, Charmander o Squirtle, oltre a Mewtwo che ha due differenti forme, per incoraggiare lo scambio di Pokémon, uno dei pilastri della serie. Al contrario delle evoluzioni create nella quarta generazione (si pensi a Pokémon come MagnezoneRhyperior), le megaevoluzioni non sono permanenti e, nonostante l’esperienza temporanea, la presenza della Megapietra impedisce al Pokémon di utilizzare gli strumenti. Questo chiaramente influisce sulla strategia.

Masuda non ha voluto rispondere compiutamente alle domande di Nintendo Life relative allo screenshot ritraente MegaLucario e MegaBlaziken. Nessuna conferma su un eventuale gioco per Wii U in cui saranno presenti i Pokémon della sesta generazione.

Demo del Pokémon Game Show

Sabato 17 e domenica 18 agosto sarà possibile mettere la mani sulla prima demo di Pokémon X e Y al Pokémon Game Show di Tokyo. La stessa demo probabilmente verrà mostrata in Germania e in altre parti del Giappone la settimana seguente.

È già stata confermata la presenza delle Megaevoluzioni nella demo. È probabile che, oltre a scoprire il nome delle nuove Megapietre, potremmo conoscere nuovi Pokémon, come già avvenuto nel 2010 con Pokémon Nero e Bianco. Non è inoltre escluso che qualche novità non possa arrivare dai gadget. Tre anni fa l’esistenza di Pansage fu scoperta grazie ad alcuni giocattoli Bandai.

Vi lascio con un’immagine proveniente dall’episodio trasmesso il 18 luglio. Nella puntata Alexa passa a Spighetto una rivista con questa copertina:

Rivista di Alexia

La rivista di Alexia

Notate qualcosa di particolare? Lucario è accanto a Blaziken. Una ventina di giorni dopo vengono annunciati i Megapokémon. Dato che Pinsir, Meditite e Charizard compaiono nella lista, stilata da AAPF, dei marchi rinnovati il 14 giugno 2012, sorge spontanea qualche domanda sulla casualità dei Pokémon ritratti in quel semplice fotogramma.