Linee guida del mondo dei Pokémon

Recentemente sono state diffuse alcune pagine di un manuale, risalente al periodo di Pokémon Nero e Bianco, in cui sono presenti alcuni dettami da seguire nei prodotti Pokémon (in un angolo si può leggere “Pokémon Product Approval Manual” che suggerirebbe una revisione continua da parte di The Pokémon Company su materiale quali giochi, anime, film e gioco di carte).

Fin dall’inizio si evidenza che, nonostante il franchise sia unico e alcuni elementi siano mantenuti attraverso tutti i media, ogni universo ha le sue caratteristiche e bisogna prestare attenzione a non mescolare elementi reali con il mondo dei Pokémon. Confermando le parole di Masuda, il mondo dove sono ambientate le vicende somiglia alla Terra (essendo composto da terre, aria e distese d’acqua) ma non è il nostro pianeta.

Nel pianeta dei Pokémon non sono presenti animali come noi li conosciamo: sono presenti solamente Pokémon che sostituiscono gli esseri viventi presenti nel mondo reale. Sebbene possano essere scambiati o immagazzinati, non devono essere considerati semplicemente “dati”. Queste misteriose creature non possono inoltre essere chiamate “mostri” o “animali”. Il manuale fa inoltre riferimento che, nonostante i Pokémon siano sessuati (e dalla quarta generazione alcuni presentano evidenti differenze fisiche in base al genere), bisogna sempre usare il pronome neutro per riferirsi ad essi.

Oltre a ricordare semplici regole (le Master Ball sono strumenti rari; gli allenatori devono avere almeno 10 anni e al più sei Pokémon; i Pokémon apprendono massimo quattro mosse) il testo ricorda che “un Pokémon non può dare ordini ad un altro Pokémon” poiché solamente gli uomini, siano essi allenatori, coordinatori o allevatori, possono controllare le creature. Sebbene possano ricevere ordini vocali, i Pokémon non usano il linguaggio umano, ma si limitano a ripetere il loro nome. Le poche eccezioni ammesse esclusivamente nell’anime sono Meowth e i casi speciali di telepatia (ad esempio Jirachi o Lucario).

Temi più spinosi sono le relazioni tra Pokémon, la loro morte e la catena alimentare. Salvo rari episodi (come i fratelli Pichu o Latios e Latias) si tende ad escludere l’esistenza di legami parentali tra i Pokémon, omettendo qualunque riferimento alla procreazione o lasciando ambiguità (come nel caso del Pokémon Genitore Kangaskhan). Anche nel rappresentare il consumo di cibo da parte di umani e Pokémon viene accuratamente eliminato qualunque riferimento ad alimenti animali quali carne o uova, preferendo utilizzare  polpette di riso (onigiri) o sandwich. Per quanto riguarda il tema della morte, i Pokémon non vengono mai uccisi, solamente “sconfitti”. Sebbene possano perdere i sensi, non bisogna mai menzionare esplicitamente il loro svenimento (fainting in inglese). Sono presenti cimiteri di Pokémon, ma non viene mai fatto riferimento al modo in cui sono deceduti i Pokémon ed inoltre nell’anime non vengono rappresentate le tombe.

Per concludere, alcune piccole curiosità sul logo: è composto dai colori Pantone PMS 116 (giallo) e PMS 280 (blu), può essere circondato da un alone bianco per farlo risaltare dallo sfondo e non deve essere coperto da altri elementi (Pokémon inclusi).

Annunci

Possibile lista di megaevoluzioni

Questa è una lista che circola in queste ore. In grassetto le megaevoluzioni già mostrate tramite screenshot.

  • Prima generazione: Venusaur, Blastoise, Charizard X, Charizard Y, Primeape, GengarKangaskhan, Mr. Mime, Jynx, Pinsir, Aerodactyl, Snorlax, Mewtwo X, Mewtwo Y
  • Seconda generazione: Meganium, Noctowl, Ampharos, Quagsire, Heracross, Magcargo, Stantler, Entei X, Entei Y
  • Terza generazione: Blaziken, Swellow, Mawile, Torkoal, Crawdaunt, Absol, Salamence X, Salamence Y, Metagross
  • Quarta generazione: Empoleon, Staravia, Floatzel, Garchomp, Lucario, Toxicroak, Abomasnow, Gliscor, Darkrai X, Darkrai Y
  • Quinta generazione: Emboar, Excadrill, Krookodile, Garbodor, Galvantula, Haxorus, Mienshao, Druddigon, Durant, Meloetta X, Meloetta Y

Come le informazioni diffuse da fonti non ufficiali, l’elenco potrebbe essere vero, come potrebbe essere inventato a partire dalle poche notizie già note.

Quante sono le Megaevoluzioni?

Le megaevoluzioni in Pokémon X e Y non ancora rivelate sono almeno 17 (o forse 18). È una interessante teoria di cui parla Pokéjungle e che si basa su una lista redatta da All About Pokemon Figure. AAPF è andata a consultare i registri giapponesi relativi ai marchi registrati. E ha fatto una interessante scoperta.

Il 14 giugno del 2012 Nintendo, Game Freak e Creatures hanno rinnovato una serie di marchi relativi ad alcuni Pokémon appartenenti alle generazioni dalla prima alla quarta. Nell’elenco figurano KangaskhanMewtwoAmpharos e Absol. Come mai questi quattro Pokémon sono così importanti? Molto semplice: hanno tutti una megaevoluzione!

È quindi interessante analizzare quali sono gli altri nomi aggiornati, per trovare possibili indizi sui nuovi Megapokémon che appariranno nella sesta generazione:

  • Charizard: Se Blaziken ha ottenuto una megaevoluzione, perché questo Pokémon di Fuoco, tra i più amati dai fan, dovrebbe essere escluso?
  • Blastoise: Discorso analogo per Charizard. Perché non considerare il tipo Acqua?
  • Gengar: Pokémon allo stadio finale. Sarebbe il primo Megapokémon Spettro.
  • Pinsir: Plausibile quanto Kangaskhan.
  • Gyarados: Non è la stessa cosa di un MegaMagikarp, ma potrebbe acquisire il tipo Drago come avvenuto con Ampharos. Appare inoltre nel trailer sulle megaevoluzioni.
  • Aerodactyl: Se il Team Flare è interessato ai fossili, perché non inserire le megaevoluzioni anche ai Pokémon più antichi?
  • Scizor: Hiro ha già annunciato la presenza di MegaScizor. Che abbia ragione come già avvenuto con il tipo Folletto?
  • Heracross: Altro Pokémon molto probabile, sarebbe già il terzo Coleottero dotato di una megaevoluzione.
  • Houndoom
  • Tyranitar: Come Gyarados, compare negli spezzoni relativi ai Megapokémon.
  • Gardevoir: Potrebbe comparire nella lista a causa del suo tipo Folletto, ma potrebbe nascere una situazione analoga a quella di Mawile.
  • Medicham: I suoi due tipi, Lotta e Psico, sembrano essere i più indicati per le mega evoluzioni.
  • Banette
  • Aggron: Altro papabile Megapokémon d’Acciaio.
  • Latias e Latios: Dato che Mewtwo è un leggendario, nulla esclude che i Pokémon Eone possano acquisire una megaevoluzione.
  • Abomasnow: Altro Pokémon della quarta generazione che potrebbe ottenere una megaevoluzione di Ghiaccio.

Chiaramente queste rimangono speculazioni in attesa di ulteriori novità.