Errori e curiosità in Pokémon: Le origini (File 1: Rosso)

È disponibile il primo episodio italiano di Pokémon: Le origini. In Giappone è stato interamente trasmesso il 2 ottobre, dieci giorni prima del lancio di Pokémon X & Y. Il motivo è molto semplice, poiché l’obiettivo era quello di SPOILER svelare Mega Charizard X.

Premetto con l’appunto che nella versione giapponese i protagonisti sono Red e Green. Nella versione italiana sono diventati Rosso e Blu, rendendo illogici alcuni dettagli (come il vestito verde di Blu e la battuta originale di Oak sul fatto che Green scelga il Pokémon di tipo Erba, mentre invece opta per Squirtle).

Qui sotto un elenco di errori o curiosità che ho notato durante la visione:

  • Nidorino utilizza la mossa Velenaculeo. In realtà il nome dell’attacco è Velenospina, mentre Velenaculeo è uno strumento introdotto nella seconda generazione.
  • Il Nidoran♂ di Rosso usa Doppiocalcio contro Geodude. In Rosso e Blu tuttavia il Pokémon può apprendere tale mossa al proibitivo livello 43. Considerando l’inesperienza dell’allenatore, il livello di Nidoran deve essere decisamente inferiore. L’attacco Doppiocalcio tuttavia può essere appreso a partire da Pokémon Giallo al livello 12 (poi ridotto a 9 in Diamante e Perla). Tale livello sembra essere in linea con gli altri Pokémon di Rosso e i rispettivi attacchi (ad esempio Metapod evolve a livello 10).
  • L’Onix di Brock usa Pazienza. L’attacco è il fiore all’occhiello del Pokémon nelle prime due generazioni, tuttavia l’Macchina Tecnica 34 è una ricompensa esclusiva della prima generazione.
  • Alla fine dell’episodio Rosso salva con un Pokédex composto da 10 Pokémon. 7 li conosciamo: Charmander, Rattata, Spearow, Metapod (come evoluzione di Caterpie), Pidgey e Nidoran. E gli altri tre? Probabilmente li ha catturati dopo aver sconfitto Brock. Perché al Centro Pokémon l’infermiera consegna sei Poké Ball e Oak gli ricorda che il settimo Pokémon viene automaticamente inviato al computer.
  • Alla luce del ragionamento precedente, è singolare il fatto che non sia stato mostrato il Pidgey di Rosso durante l’incontro con Brock!
  • Come nota di colore è importante evidenziare che sia Rosso che Brock indossano gli abiti che ricordano i videogiochi più recenti.
  • Altro dettaglio meno noto: nella versione originale, quando Oak chiede di trovare un soprannome allo starter, Rosso è inizialmente deciso per “Sepultura“, ma cambia rapidamente idea. Il nome “セパルトラ” compare nel retro della confezione giapponese della versione Rossa. Il soprannome viene menzionato anche nella versione inglese di Pokémon X e Y. Per qualche oscura ragione nelle versioni tedesca e spagnola, il nome viene sostituito con “Ash Ketchum” o “Misty”, due personaggi dell’anime.
Annunci

Misteri di X e Y

(parzialmente basato su Top 10 Pokémon X & Y Mysteries di TamashiiHiroka e su 9 unsolved mysteries of Pokemon X and Y)

Questa è una raccolta di fatti curiosi presenti in Pokémon X e Y. Il post potrebbe contenere spoiler della storia.

Nella Piazza Gialla di Luminopoli due donne stanno discutendo del Pokémon Cratere, ovvero di Heatran. Cosa c’entra il leggendario di Sinnoh con X e Y? Una parziale risposta potrebbe venire dall’audioguida del museo cittadino, che ci informa del fatto che la Centrale di Kalos è alimentata dal calore. Forse esiste una zona ancora inesplorata della regione in cui è possibile trovare il Pokémon Fuoco/Acciaio?

Sempre a Luminopoli, alcuni giocatori riferiscono di aver avvistato un fantasma. L’entità compare al secondo piano di uno degli edifici posti nel Corso Alto. Le ipotesi su questo bizzarro personaggio sono le più disparate: c’è chi sostiene sia lo stesso spirito incontrato ad Unima nel Ponte Meraviglie (e successivamente nella Casa Bizzarra), mentre altri ritengono si tratti della ragazza che si trova al quarto piano nel Grand Hotel Fiordiquattrini. La sua richiesta è infatti quella di tacere, altrimenti non riesce ad udire l’ascensore!

Fantasma o no, gli hotel di Kalos sono comunque luoghi molto particolari. In uno di questi, un Giramondo ci consegnerà uno Strano ninnolo raffigurante un Pokémon leggendario. L’oggetto non raffigura nessuna creatura nota e viene da una regione differente da quelle già visitate nel corso della serie. Da dove arriva? Qual è il suo significato?

Tornando a Luminopoli, non si hanno più notizie del principale dell’Edizioni Luminopoli, che sembra essersi recato sulle montagne della regione in cerca di un Pokémon leggendario. Gli unici luoghi di Kalos che corrispondono alla descrizione potrebbero essere la Grotta Ignota (Mewtwo), l’Antro Talassico (Articuno, Zapdos o Moltres) e la Grotta Climax (Zygarde). Solamente in quest’ultimo sono presenti degli allenatori. Che uno di questi sia il personaggio misterioso?

Di personaggi strani, Kalos sembra essere piena. Su una panchina del Ponte Mosaico si può trovare un messaggio inviato dal Professor Platan… al futuro se stesso! È forse un caso che sarà possibile affrontare il ricercatore nella stessa cittadina?

Fluxopoli è invece presente una particolare meridiana collegata con le megaevoluzioni. Vari misteri ruotano attorno l’ombra dell’oggetto (non visibile nel gioco) e la sua somiglianza con Diancie (che a sua volta ricorda Carbink). Sono tuttavia disponibili poche informazioni per avanzare ipotesi credibili.

Spostandosi nel Laboratorio Fossili di Petroglifari è possibile analizzare cinque meteoriti. Nei videogiochi precedenti i meteoriti servono a cambiare le forme di Deoxys. Solamente che il Pokémon leggendario ne ha solo quattro! Che sia previsto qualcosa di nuovo per il Pokémon DNA? Attendiamo l’arrivo della Banca Pokémon per chiarirci il significato di quelle pietre.

In chiusura, nella Reggia Aurea, ispirata alla Reggia di Versailles, sorgono imponenti le statue di Zekrom e Reshiram. I suoi giardini, visti dall’alto, ricordano Solrock e due Pokémon di tipo FuocoChandelure e Pyroar. E il quarto? Quello in cui bisogna inseguire Furfrou? È ispirato ad un Pokémon ancora sconosciuto o la sua forma è volutamente molto più semplice (con delle figure che ricordano ossi) per facilitare la cattura del Pokémon?

Questi misteri potrebbero essere easter egg o indizi che verranno approfonditi nei titoli successivi (qualcuno ha detto Pokémon Z?).

Sugimori sulla settima generazione

Sono da poco usciti Pokémon X e Y e già si inizia a discutere della settima generazione. Secondo un’intervista pubblicata su We Love Pokémon, Ken Sugimori ha fatto alcune affermazioni relative ai prossimi titoli della lunghissima saga della Game Freak.

Uno dei problemi che sembra preoccupare Sugimori è l’elevata complessità della serie, in evidente contrasto con la semplicità degli elementi presenti in Pokémon Rosso e Blu. Non solo il numero dei Pokémon ha superato le 700 unità, ma anche gli attacchi, le abilità o gli strumenti sono aumentati ad un livello tale che viene difficoltoso ricordarsi ogni singolo dettaglio.

È inoltre importante evidenziare che non è possibile ridurre il numero di Pokémon o eliminare una mossa da una generazione all’altra. Sarà quindi necessario provvedere a riorganizzare meglio tutte le caratteristiche che hanno reso longeva la serie.

Ken Sugimori ha inoltre dichiarato che uno dei suoi Pokémon preferiti è Gengar, che di recente ha ottenuto una megaevoluzione.

Di leggendari, megaevoluzioni e Vivillon

Un giovane programmatore francese, tale Jordan, meglio noto come smea (@smealum), avrebbe scoperto alcuni nuovi Pokémon presenti in Pokémon X e Y. Nell’elenco seguente i link sui nomi portano alle immagini:

Con le ultime due megaevoluzioni, possiamo rileggere l’elenco di AAPF sotto una nuova luce. Escludendo Latias e Latios, tutti i Pokémon avevano acquisito una Megapietra in X e Y, tranne questi due leggendari. Che lo strumento per i due Pokémon Eone sarà un DLC?

Jordan si dice dispiaciuto per aver fatto trapelare queste immagini e, a domanda precisa, risponde che ha trovato altri Pokémon e megaevoluzioni. Questo contraddice in parte l’informazione, riportata da alcune fonti, che il 722esimo Pokémon sarebbe un Uovo Peste.