Che animali sono i nuovi Pokémon? (seconda parte)

(basato su Pokéology: X/Y Edition II di Mechanos)

Abbiamo già visto a quali animali siano ispirati i quattro Pokémon svelati dall’informatore di PokéBeach. Tuttavia il numero di Pokémon della sesta generazione è già arrivato a quota 20. È quindi interessante analizzare le origini degli altri Pokémon finora conosciuti.

Scatterbug, Spewpa, Vivillon

Il mondo dei Pokémon è pieno di Pokémon Coleottero. È probabile che la famiglia di Scatterbug sia ispirata al comune baco da seta. È infatti possibile notare che Spewpa indossa una sorta di poncho che potrebbe essere prodotto dalla seta o da qualche fibra molto simile. Vivillon ha una forma di ali molto diversa da quelle comuni farfalle e falene e non è nota alcuna specie di insetto che condivida i colori brillanti del Pokémon.

Noivern

Ho già analizzato le caratteristiche da pipistrello del Pokémon Volante/Drago. Il suo secondo tipo deriva chiaramente dalla viverna. Un altro Pokémon basato su questa creatura mitologica è Aerodactyl.

Talonflame

Talonflame condivide l’aspetto e il becco con il falco pellegrino. Questo uccello è uno degli animali più rapidi della terra: la sua velocità può superare i 320 km/h. Il suo doppio tipo, Fuoco/Volante, potrebbe essere un riferimento alle fenici, già ispirazione per i Pokémon Moltres e Ho-Oh.

Litleo

Già dal nome è possibile immaginarsi il re della savana: il leone. Anche in questo caso, l’animale è stato utilizzato in passato per modellare Pokémon come Luxray. Come mai quest’ultimo è Elettro, mentre Litleo è Fuoco? La coda a forma di fiammella può trarre in inganno, dato che il Pokémon è basato sulla manticora, creatura con il corpo di leone e la coda di scorpione.

Clauncher e Skrelp

Se pensate che Clauncher e Skrelp siano un’aragosta blu e uno strano cavalluccio marino, state commettendo un errore: questi animali marini sono invece basati sul gambero pistola e sul dragone foglia.

Il primo utilizza una delle sue chele per sparare una bolla caldissima in direzione della sua preda, producendo un rumore che supera i 200 decibel. La bolla viaggia circa 100 km/h e può raggiungere la temperatura di 5000 Kelvin. Claucher non è il primo Pokémon a presentare l’eterochelia: anche Kingler possiede una chela più grande dell’altra.

Skrelp si differenzia dal “cugino” Horsea poiché utilizza le sue protuberanze per mimetizzarsi assumendo le sembianze di un’alga. Al contrario del dragone foglia, che usa il camuffamento a fini difensivi, il Pokémon della sesta generazione aspetta che le prede si avvicinano per colpirle con le sue mosse Veleno.

Flabébé

Concludiamo con questo strano Pokémon Folletto. Visto il tipo è probabile che sia ispirato ad una fiaba. Una delle ipotesi lo fa derivare dal fiore che appare ne Il piccolo principe, opera dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry (poiché la regione di Kalos è basata sulla Francia). Un’altra tesi che si fa strada individua l’origine del Pokémon nella fiaba di Andersen Mignolina.

Un battito di ali

In origine gli unici pipistrelli nel mondo dei Pokémon erano Zubat e Golbat. Rintanati nelle buie grotte della regione di Kanto, i chirotteri (questo è il nome scientifico dei topi volanti) stordivano a colpi di Stridio e Supersuono e si attaccavano come una Sanguisuga al Pokémon dell’allenatore che, ignaro del pericolo, attraversava i cunicoli rocciosi.

Nella seconda generazione la famiglia si è allargata. Oltre ad accogliere Crobat come nuovo membro, è stato introdotto il simpatico Gligar. Nonostante entrambi i Pokémon svolazzino nei cieli di Johto, il secondo, che è più simile ad uno scorpione che ad un pipistrello, resiste agli attacchi Elettro. Purtroppo è meno felice quando viene travolto dalla Grandine

Dopo una terza generazione senza chirotteri, nella quarta arriva l’evoluzione di Gligar, Gliscor, che si presenta più minaccioso dei suoi predecessori. Se Gligar poteva addirittura ispirare un supereroe con le sue fattezze, l’aspetto di Gliscor ricorda più quello di un terribile vampiro. Per fortuna un faccia a faccia con questo Pokémon si può avere solamente ad Unima!

E parlando di Unima non si possono non citare Woobat e Swoobat. Nonostante gli occhi ed il naso a forma di cuore, i due pipistrelli non si fanno molti scrupoli ad utilizzare i loro attacchi Psico se qualcuno li desta dal loro sonno. A proposito, sapevate che i chirotteri dormono a testa in giù per evitare di far gravare il loro peso sulle esili zampe? Essendo abituati a volare non hanno certo bisogno di ossa robuste in grado di sorreggerli da fermi.

Il successo dei pipistrelli ha spinto i creatori di Pokémon X e Y ad inserire un nuovo animale della stessa famiglia: Noivern. Sebbene non sia chiaro se sarà un Pokémon singolo (come nel caso di Gligar) o un membro di una famiglia composta da due o più Pokémon, possiamo già evidenziare la sua inedita combinazione Volante/Drago (Dragonite, Altaria, Salamence e Rayquaza hanno Drago come primo tipo).

Come suggerisce il nome, Noivern è basato su una viverna, creatura mitologica simile ai draghi. Nonostante le nobili origini, temerà anche lui il tipo Folletto. I suoi piccoli occhi e le grandi orecchie, in prima battuta assimilabili ad organi per la vista, ci ricordano che i pipistrelli non sono ciechi, ma utilizzano un sonar. I grossi chirotteri non sono neppure miopi, difetto che invece è riscontrabile negli esemplari più ridotti.

C’è da ricordarsi che in occidente il pipistrello ha un significato negativo ed è spesso associato a Dracula o altre creature malvagie. In altre parti del mondo ha invece una valenza positiva: in Cina è simbolo di longevità e buona fortuna, mentre nell’isola di Tonga è addirittura un animale sacro.

Ancora rumor

Ho atteso alcuni giorni prima di pubblicare queste indiscrezioni, in attesa di ulteriori conferme. Come riporta PokéJungle su 4chan sono trapelati ulteriori rumor. Non è chiaro se tali voci siano fondate o siano messaggi pubblicati per puro spirito di emulazione.

  • Verrà prossimamente svelato un Pokémon Volante/Folletto chiamato Elvany.
  • La seconda palestra sarà dedicata al nuovo tipo Folletto. Il capopalestra è un androgino biondo che utilizzerà Elvany.
  • Pangoro, la presunta evoluzione di Pancham, avrà una capigliatura punk e un paio di pelosi guantoni verdi. La sua Abilità avrà lo stesso effetto della mossa Furto.
  • Saranno introdotte evoluzioni di Dunsparce, Stantler, Mawile e Sableye.
  • Skrelp si evolve in Weedra. Di tipo Veleno/Acqua, il Pokémon utilizza “Belch” e Segnoraggio.
  • Clauncher si evolve due volte: la sua evoluzione sarà Acqua/Elettro e avrà una mossa che risulta efficace contro i tipi Fuoco, Roccia, Terra e Volante. Che sia una mossa dotata di due tipi?
  • Sarà presente un “Parco Docile” in cui si potranno depositare tre Pokémon al giorno e scambiare PokéToken per aumentare i Punti Allenamento (EVs).
  • Due allenatori, Tofune e Mika, avranno un ruolo nella trama e sfideranno i giocatori. Uno dei due porta i capelli lunghi, l’altro è riconoscibile dalla maglietta viola a striscie.

Venti Pokémon, Venti

In realtà sono stati solamente svelati 19 Pokémon nuovi a cui va aggiunta la nuova forma di Mewtwo (sarà l’unica forma?). Degli starter e di Sylveon (e del suo nuovo tipo Folletto) si è avuto già modo di parlare abbondantemente. Analogo discorso per i quattro Pokémon svelati dalla solita fonte. Ci sono invece varie ipotesi sull’origine dei leggendari XerneasYveltal, ma ancora non è noto nemmeno il tipo dei Pokémon che compariranno sulle confezioni di Pokémon X e Y.

Ho già scritto il mio parere su Noivern e sull’evoluzione di Fletchling, Talonflame, la cui rivelazione era funzionale a confermare le voci riguardo le Lotte Aeree. Il suo doppio tipo era inoltre già previsto. Per quanto riguarda Clauncher c’è poco da dire: va semplicemente ad aumentare la folta schiera di granchi e crostacei che hanno però fatto la loro comparsa nelle generazioni dispari. Più interessante sembra essere Skrelp che tenta di sottrarre il predominio di Tentacool nella inusuale combinazione Acqua/Veleno. È infatti dai tempi di Qwilfish che non si vedeva utilizzare questa coppia di tipi.

Anche Litleo conferma che questa generazione ci sorprenderà con inusuali accoppiamenti: l’arrivo di un Pokémon Fuoco/Normale rende il leoncino debole contro la Lotta ma immune agli Spettri. Flabébé è invece il primo Pokémon Folletto completamente slegato da Pokémon delle generazioni precedenti. Dalle descrizioni ufficiali, sembra che il Pokémon possa essere dotato di diverse forme, rese evidenti dal differente fiore a cui è appeso.

Infine desta qualche perplessità la linea evolutiva di VivillonScatterbugSpewpa sembrano normali insetti con una evoluzione scontata: Scatterbug si evolve in Spewpa quando raggiunge un livello abbastanza elevato, mentre quest’ultimo si evolve in Vivillon dopo aver accumulato abbastanza esperienza. Tuttavia nel sito ufficiale viene posto l’accento sul fatto che alcuni Pokémon si evolvono in modi particolari e fa riferimento esattamente ai tre Pokémon menzionati prima. Che ci sia qualcos’altro dietro la loro evoluzione? Che sarà necessario compiere strane azioni per evolvere questi o altri Pokémon?

Chissà cosa ci riserveranno le notizie future. Alcuni dei precedenti rumor, come il tipo Coleottero della prima capopalestra, Violetta, sono stati confermati. Altri, come la possibilità di cavalcare solo Gogoat, sembrano essere smentiti dalla presenza di Rhyhorn a Borgo Bozzetto, la prima delle città della regione di Kalos, che dovrebbe essere uno dei Pokémon utilizzabili come mezzo di trasporto. Anche l’esistenza di due soli rivali sembra essere un’ipotesi superata con l’introduzione del gruppetto di quattro allenatori.

È infine interessante notare come nei trailer e nei screenshot è stato dato peso ai Pokémon delle generazioni precedenti: oltre a Mewtwo, vanno citate la fontana di Roselia a Novartopoli, l’attribuzione del tipo Folletto a Pokémon parzialmente dimenticati e la presenza di avversari come Machamp o Zoroark. La divisione in tre parti del Pokédex di Kalos fa ben sperare sulla quantità di creature da catturare senza dover dipendere eccessivamente dai videogiochi precedenti.

Tipo Fata? Tipo Folletto!

Alla fine la verità è venuta a galla e le voci sono state confermate: il tipo Fata esiste veramente, ma si chiamerà Folletto (o “Fairy’). E come previsto Sylveon è di tipo Folletto, come già precedentemente discusso. Anche Gardevoir, Marill e Jigglypuff saranno destinati a cambiare tipo, come già avvenuto ai tempi di Oro e Argento per Magnemite e evoluzione.

Tralasciando per un momento le osservazioni sugli altri Pokémon rivelati, è importante evidenziare che parte delle indiscrezioni sono state confermate dal breve trailer e dagli aggiornamenti sul sito ufficiale:

  • L’efficacia delle mosse Folletto sul tipo Drago
  • Il tipo di Sylveon
  • Il fatto che “alcuni Pokémon di giochi precedenti saranno riclassificati sotto il tipo Folletto” (se andate a leggere il post precedente, potete notare che avevo usato quasi le stesse parole)

Tuttavia non c’è traccia di alcuna novità riguardante Mewtwo che potrebbe comunque essere svelata a breve distanza dal lancio del film che lo vede protagonista. Anche gli altri rumor si riferiscono comunque ad aspetti la cui conferma potrebbe arrivare più avanti nel tempo, come già successo con le informazioni relative ai quattro Pokémon mostrati di recente.

È inoltre interessante evidenziare che il primo attacco Folletto non è quello previsto dalla fonte di PokéBeach, ma una mossa che ricorda Lucelunare, sebbene abbia caratteristiche offensive e non di recupero. Prima di analizzare NoivernVivillon, vorrei porre l’accento sul fatto che s’ipotizzava la presenza di un Pokémon richiedeva la rotazione del Nintendo 3DS per evolversi. Nel nuovo Poké io&te il giocatore potrà interagire con il Pokémon, ad esempio inclinando la testa ed incitando il Pokémon a ripetere il movimento. E se questo potesse essere esteso ad operazioni più complesse come, appunto, la rotazione dell’intera console? Renderebbe meno banale la procedura e sarebbe il primo caso di evoluzione tramite minigioco.

Adesso due brevi commenti sugli altri Pokémon: Noivern potrebbe essere una sorta di Golbat Drago la cui pre-evoluzione potrebbe essere la scusa per utilizzare un Pokémon Folletto all’interno delle grotte della nuova regione, mentre Vivillon sembra un Butterfree sotto acido. Sarà interessante capire se Spewpa sia un semplice bozzolo o abbia qualche caratteristica in più rispetto ai suoi predecessori.

Mentre digitavo queste ultime righe righe sono stati scoperti tre nuovi Pokémon: un cavalluccio marino, un crostaceo e la possibile evoluzione di Fletchling. Quest’ultimo Pokémon è impegnato in una battaglia aerea con Haunter, un Pokémon con Levitazione. Sarà un ulteriore conferma di quanto già scritto?

PS. È stato confermato l’uso di SpotPass e StreetPass in Pokémon X e Y.

Dentro una Poké Ball

(basato su Science and Pokémon: A Good Catch di Harry Kim)

Le Poké Ball (o Sfere Poké) sono sicuramente uno degli strumenti più utilizzati dagli allenatori. Oltre ad essere il simbolo della serie, costituiscono uno dei più grandi misteri del mondo dei Pokémon.

Prima della creazione delle Poké Ball, i Pokémon venivano custoditi in antichi artefatti dalle forme più bizzarre come urne, pennarelli o altri strani congegni, tra cui il bastone di Sir Aaron, che ospita Lucario nel film Lucario e il mistero di Mew. Spiritomb è stato invece sigillato nella misteriosa Roccianima da un altro Guardiano dell’Aura.

Le prime Poké Ball sono state probabilmente create a partire dalle Ghicocche che crescono nella regione di Johto. In Pokémon 4Ever il giovane Sammy fa uscire il suo Charmeleon da un dispositivo che sembra corrispondere alla descrizione delle prime Sfere Poké fornita da Franz. Aziende come la Silph e la Devon hanno sviluppato e perfezionato le Poké Ball fino a permetterne la distribuzione su larga scala. La creazione dei Bolli ha permesso di personalizzare la vasta gamma di sfere disponibili sul mercato.

Nonostante sia stato ampiamente mostrato il funzionamento delle Poké Ball nel corso della serie animata, non sono mai stati forniti dettagli sul meccanismo alla base dell’immagazzinamento del Pokémon. È lecito pensare che avvenga un processo analogo alla trasformazione della massa in energia. La ben nota formula E = mc2 dovuta ad Albert Einstein ci ricorda che l’energia prodotta è eguale al prodotto della massa per il quadrato della velocità della luce. Per avere una stima, l’energia generata dalla conversione di uno Rhydon (la cui massa è 120 kilogrammi) corrisponde approssimativamente all’energia irraggiata dal Sole che colpisce la Terra nell’arco di un secondo.

Se analizziamo il problema dal punto di vista informatico, una Poké Ball deve memorizzare le caratteristiche di ogni singolo Pokémon. Se consideriamo che una persona di 70 kg possiede circa 7 × 1027 atomi (il numero è 7 seguito da 27 zeri), è presumibile che per un Bisharp sia composto da altrettante particelle elementari. Grazie agli studi di Jacob Bekenstein è possibile calcolare che i bit necessari a memorizzare un adulto sono 2 × 1045. Poiché un terabyte corrisponde a 8 × 1012 bit, per memorizzare il Pokémon Fildilama sono quindi richiesti oltre 2 × 1032 terabyte.

Ignorando il fatto che il backup di un Pokémon può essere un problema complesso, nel calcolo precedente è stato omesso l’eventuale rischio di perdita d’informazione. Così come una mutazione genetica nel DNA umano può avere un enorme impatto nel fenotipo, così nel mondo dei Pokémon la variazione di un bit può portare a cambiamenti nell’aspetti della creatura o addirittura alla sua morte. La Poké Ball non solo deve funzionare correttamente, ma deve essere resistente agli impatti, in modo da non compromettere le funzioni vitali del suo abitante. Inoltre per effettuare correttamente il rilascio del Pokémon, la Poké Ball necessita di energia. È quindi probabile che abbia una batteria interna che viene caricata presso i Pokémon Center. Probabilmente è previsto un sistema di sicurezza per impedire che il Pokémon rimanga bloccato all’interno di una Poké Ball scarica.

Nonostante tale tecnologia sia così sofisticata ed evoluta, viene venduta senza problemi ad un prezzo relativamente basso a qualunque ragazzo abbia compiuto dieci anni. Ed è la stranezza minore, considerando che a quella giovane età, gli orfani vengano spediti a spasso per una regione sconosciuta, abitata da Pokémon aggressivi come Nidorino e Haunter, con il solo scopo di compilare un’enciclopedia.